CON LA PISTA CICLABILE, CONVERSANO UNA CITTA' PIU' MODERNA

 CONVERSANO (BARI) - Conversano piccola isola felice della mobilità: cittadina in cui la rivoluzione culturale è cominciata e la scommessa sembra essere tra quelle vincenti, in grado di modificare le abitudini e i costumi di una intera comunità. Procede infatti, a gonfie vele il progetto per la realizzazione della pista ciclabile che, entro l'autunno, abbraccerà il centro storico consentendo di diminuire il traffico auto, ma nello stesso tempo consentendo di incrementare sia il traffico pedonale che quello dei ciclisti con immaginabili positive conseguenze anche sull'afflusso turistico. Già da tempo, l'amministrazione Lovascio aveva concepito un progetto di più larghe vedute che, oltre alla pista ciclabile, contempla anche altri servizi che hanno già riscosso successo. Un esempio è quello del bike sharing per il quale in pochi mesi, sono state distribuite oltre 60 chiavi d'accesso e altre 60 sono state richieste, senza contare anche il finanziamento per l'acquisto di biciclette che, per tre anni consecutivi, l'amministrazione ha voluto confermare.

In tal modo sono stati spesi 18 mila euro in contributi che sono serviti ai conversanesi per dotarsi di mezzi a due ruote che ora fervono per scendere in strada. Ed è per questo che era necessario mettere in sicurezza le vie, proprio con la pista ciclabile inserita nel progetto Pirp ed inserita anche nel documento preliminare di rigenerazione urbana approvato all'unanimità, lo scorso anno, dal consiglio comunale. Come se ciò non bastasse, la rivoluzione culturale delle bici, a Conversano, passa anche per i percorsi del SAC (Sistema Ambientale e Culturale), progetto regionale vinto da Conversano, Mola, Rutigliano e Polignano, e che spinge verso una mobilità diversa alla scoperta dei beni culturali del territorio nella piena tutela dell'ambiente. Il progetto che porterà un milione di euro nei 4 comuni vincitori consentirà di mettere in rete le cittadine del sud est con percorsi mirati ed ecosostenibili. Un primo segnale del cambiamento si è avuto con il bicibus, il bus a due ruote, progetto voluto dalle scuole cittadine che, da settembre consentirà, per due volte a settimana, agli alunni di recarsi a scuola accompagnati dalle maestre, in bici. Sempre a Conversano, la voglia di bicicletta ha spinto numerose associazioni ad organizzare un fitto calendario di pedalate, consultabile sul sito del Comune e della Regione e non va dimenticato, infine, l’alto numero di biciclette già presenti in città e che affollano le nuove rastrelliere installate in più punti del paese. Ben venga dunque, la pista ciclabile che in questi giorni sarà completata nel tratto di strada di via Matteotti, strada principale di Conversano, divenuta a senso unico di marcia. Un percorso all'avanguardia, realizzato in piena sicurezza per pedoni, automobilisti e ciclisti. Una vera novità qui a sud, a Conversano, dove il cambiamento è appena cominciato.

 

COPENHAGEN, LA CITTA' DEI CICLISTI E DELLE BICICLETTE

 



Rassegna Stampa