NOVELLO SOTTO IL CASTELLO, BOOM DI PRESENZE

novello 2CONVERSANO (BARI) - Un vero e proprio ‘assalto’ quello che in questi tre giorni ha reso unico il centro storico di Conversano. È un dato di fatto: “È la conferma che il lavoro in cui ci mettiamo anima e cuore piace ai visitatori”, spiega Antonio Innamorato, presidente de La Compagnia del Trullo, l’associazione che organizza da nove edizioni Novello sotto il Castello.

Nonostante il clima della prima serata, quella di venerdì 17, non sia stato estremamente favorevole, lo show è andato avanti e il concerto dei Rekkiabilly ha riscosso il successo che meritava.

 

Sabato 18, invece, tantissimi visitatori hanno confermato la capacità attrattiva di questa manifestazione, affollando gli stand dei 50 espositori food e delle 30 cantine, e apprezzando le creazione degli artigiani che hanno composto il Mercatino dell’artigianato e della hobbistica, novità di questa edizione 2017.  Il live del gruppo pop folk La Rua sul main stage di Piazza Castello, è stato la ciliegina sulla torta di una serata intesa e appassionante. “Per noi è motivo di grande soddisfazione. Vedere così tanti ragazzi in Piazza Castello cantare a squarcia gola le canzoni dei La Rua ci fanno capire che anche quest’anno abbiamo scelto bene i nostri ospiti. Sono esempi che ci riempiono il cuore - continua il presidente -. Anche tutti gli altri spettacoli dislocati lungo il percorso sono stati ampiamente apprezzati, e questo è un dato di fatto”. 

A tener caldi i visitatori hanno contribuito le caldarroste messe a disposizione dal partner D’Ambruoso Fruit & Vegetables: “Quello tra La Compagnia del Trullo e la D’Ambruoso è un connubio che anche quest’anno ha risposto in maniera egregia. I nostri ospiti - ci piace definire ‘ospiti’ chi ha partecipato a Novello – sono stati piacevolmente colpiti dalla qualità delle castagne. Ne siamo orgogliosi”.

Bambini entusiasti sin da domenica mattina per Novello Circus, con le esibizioni di artisti di strada, clown e acrobati nell’area dell’Anfiteatro Belvedere. “Riproporlo è stata una scelta giusta. Non vogliamo che Novello sia prerogativa degli adulti. Vogliamo che si affermi sempre più come una manifestazione trasversale che coinvolga grandi e piccini”. L’ultima serata, riscaldata dalle sonorità blues della Fc Soul Band, ha confermato un grande afflusso di visitatori.

 

Ottimi riscontri anche per tutti gli appuntamenti collaterali di Novello 2017: dai dibattiti su viticultura e gastronomia pugliese, ai quali hanno preso parte, tra gli altri, il senatore Dario Stefano, i giornalisti Michele Peragine e Maurizio Marangelli, lo chef Gianvito Matarrese, e il vlogger Nicola Caldarulo alias Vitone, alle visite guidate della ProLoco di Conversano al Castello Aragonese, alla Pinacoteca Finoglio, al Monastero di San Benedetto e alla Chiesa di Santa Chiara; dalle installazioni artistiche di FattiDiChina e del pittore Maurizio Muolo, alle aperture straordinarie del Museo Civico Museco.

Ma un grazie speciale e particolare è riservato ai ragazzi dell’ Ipsseoa – Ipss DeLilla di Polignano e Conversano con cui La Compagnia del Trullo ha sottoscritto il progetto Alternanza Scuola – Lavoro. I ragazzi del plesso Alberghiero, infatti, sono stati impegnati, per tutto il weekend, nella mescita

dei vini negli stand delle cantine, mentre quelli del Professionale hanno allestito uno spazio culturale e musicale sulla scalinata del Monastero di San Benedetto. “Abbiamo avuto un grande supporto. Senza di loro – continua Innamorato – sarebbe stato tutto più difficile”. E per ringraziare i ragazzi della grande disponibilità resa nei confronti della manifestazione, l’organizzazione di Novello omaggerà l’Istituto con un set di attrezzature da cucina messe a disposizione dal partner Dinamica Food Format Store di Conversano.

L’ultimo grazie del numero uno de La Compagnia del Trullo è riservato agli sponsor che hanno supportato la manifestazione (Autocarrozzeria Martino, Magic Shop, CartonLegno Group, Onda Imballaggi, InnovAir, Longo, Creative Garden Giocasport, Radogna Srl, Fax Settimanale e GruppoNorba) e agli oltre 100 volontari che hanno sfidato vento, pioggia e intemperie varie di questa settimana appena trascorsa per mettere in piedi la manifestazione: “È a loro che va il mio ringraziamento più grande. Questo manipolo di ragazzi ha messo a nostra disposizione tutto il suo tempo libero per far sì che il weekend si svolgesse nei migliore dei modi e ci siamo riusciti. Sono soddisfatto dei ragazzi che mi hanno sopportato e supportato. Senza di loro Novello sotto il Castello non esisterebbe e di certo non saremmo arrivati alla nona edizione. La loro passione, la loro tenacia e la loro forza è ciò che ci rende una delle manifestazioni più importanti di tutto il panorama enogastronomico pugliese. E il mio grazie è smisurato”, chiude Antonio Innamorato.

Rassegna Stampa