I BENI DEMANIALI PASSANO AL COMUNE, IERI LA FIRMA DEL TRASFERIMENTO

download

CONVERSANO (BARI ) - E' stato sottoscritto ieri mattina tra il comune di Conversano e l'agenzia del demanio, l'atto di trasferimento dei beni demaniali all'Ente comunale. La sottoscrizione è avvenuta nel corso di una riunione indetta a Palazzo di Città alla quale erano presenti la commissaria prefettizia Rosa Padovano e il direttore dell’agenzia demaniale di Puglia e Basilicata Enzo Capobianco. Si tratta di un passo fondamentale per lo sviluppo e la crescita turistica della nostra Città in quanto, da questo momento in poi, sarà possibile procedere con programmazioni unitarie finalizzate anche alla gestione unica dell'intero polo museale MuseCo. Fino ad oggi, infatti, sebbene diversi immobili (alcuni dei quali già utilizzati dal Comune) erano solo nella disponibilità del Municipio, ci si trovava di fronte ad una frammentazione delle proprietà: alcune del Comune, altre del demanio.

Ciò rendeva difficile qualsivoglia programmazione in quanto bisognava tener conto del fatto che vi erano due differenti proprietari. D'ora in poi, invece, con il passaggio di proprietà degli immobili del demanio al comune di Conversano sarà possibile semplificare tutte le procedure di gestione. Soddisfazione è stata espressa dall'ex sindaco Giuseppe Lovascio che nei giorni prima di lasciare l'incarico aveva accelerato sulla realizzazione di questo importate passaggio: “la capacità di programmare passa anche attraverso il compimento di passaggi doverosi come quello compiuto dalla mia amministrazione. D'ora in poi sarà possibile pensare di gestire il Polo Museale in modo unitario”. Dello stesso avviso anche Carlo Gungolo, candidato sindaco per la Città di Conversano: “l'accordo di valorizzazione a far crescere ancor di più il nostro territorio e a renderci finalmente autonomi nel programmare”. 

Del resto il traguardo raggiunto con la stipula dell’atto di cessione è il naturale prosieguo di un cammino di lavoro iniziato dalla precedente amministrazione che ha saputo pressare l’agenzia del demanio affinchè si raggiungesse quanto prima questo obiettivo.  

Rassegna Stampa